Final Fantasy XIV – Provata la Beta su PS5

La storia tra Final Fantasy XIV e le console Sony comincia nell’ormai lontano 2013, con la prima versione PS3 uscita in concomitanza a quella per PC. Si trattava sicuramente di una versione con alcuni oggettivi problemi di performance ma già allora il risultato portato a casa dal team di Square Enix con questo primo tentativo di portare l’enorme MMORPG su una console si poteva definire quasi miracoloso. Nel corso del tempo, soprattutto con l’uscita delle nuove espansioni e alcuni upgrade tecnici, la versione PS3 venne dismessa, per dare successivamente spazio a quella PS4 e PS4 Pro, che a oggi restano dei fantastici arangiamenti per giocare in maniera più che dignitosa a FFXIV su console con un buon compromesso tra risoluzione e frame rate.

Di recente però, in contemporanea con l’uscita della patch 5.5 del gioco, Square Enix ha reso disponibile una beta della versione PS5 che ha trasformato letteralmente la nostra esperienza di gioco in qualcosa di molto analogo a quella che viviamo quotidianamente su PC. Ci rendiamo conto di quanto possa risultare un po’ azzardata come affermazione, dato che con un PC di fascia medio alta è possibile giocare con impostazioni a Ultra, con tanto di risoluzione 4K, frame rate a 60 FPS, sistema di illuminazione dinamico, dettagli al massimo ecc…
Quello che vogliamo intendere con l’affermazione di prima, è che per la prima volta FFXIV ci ha dato l’impatto di avvicinarci a quel tipo di standard. La versione PlayStation 5 offre infatti diverse opzioni e settaggi che si avvicinano molto a quelle PC. Tre in particolare, sono legate alla combinazione risoluzione e frame rate: 4K (2160p) / WQHD (1440p) / Full HD (1080p). La prima può arrivare a garantire un frame rate a 40 FPS, mentre le altre due punteranno sui 60FPS. Ovviamente la Full HD è quella che li garantirà sempre e comunque nonostante quello che accade a schermo.
Chiaramente, a seconda della risoluzione, bisognerà giocare un po’ anche con le dimensioni e il posizionamento dell’interfaccia, che resta come sempre super personalizzabile e adattabile alle esigenze del singolo giocatore. Questo permetterà di avere anche icone, scritte, thumb e quant’altro a risoluzioni più alti, con un testo più chiaro e definito per essere usufruito da tutti, soprattutto da chi sta approcciando FFXIV per la prima volta.

Ovviamente non possiamo esimerci dal menzionare i tempi di caricamento, uno degli aspetti tecnici caratteristici di questa nuova generazione e in particolare di PS5, grazie all’ SSD. Viaggiare tra aree, caricare una cutscene o teletrasportarsi adesso è fattibile in una manciata di secondi, quando prima i tempi derivati dalle versioni PS4 e PS4 Pro si facevano sentire, soprattutto in party quando bisogna attendere il caricamento di tutti i partecipanti.
E visto che siamo in argomento PS5 vanta di un altro paio di caratteristiche tecniche che la beta di FF14 permette di sfruttare in maniera più che gradita: la prima è il Dualsense, la grande rivoluzione dei controller Playstation. Grazie ai grilletti adattivi e al feedback aptico, l’esperienza di gioco con il controller guadagna un boost dal punto di vista tattico sensoriale che in alcuni casi può fare davvero la differenza.

Attualmente la beta PS5 ne permette un utilizzo limitato, come il correre a piedi o su una mount in determinate aree, l’utilizzo di determinate abilità per ciascuna singola classe e poco altro ancora. Gli sviluppatori però hanno promesso che al termine del periodo di beta e con il rilascio ufficiale della versione definitiva per PS5 verranno implementati molti più momenti di gioco dove il Dualsense verrà sfruttato a dovere.
Il secondo aspetto è invece l’audio 3D. FFXIV ha sempre fatto un uso molto importante dei suoni, e non ci riferiamo semplicemente alla bellissima ost che fa da sottofondo al gioco, ma proprio dei rumori ambientali che immergono il giocatore all’interno di città, foreste o sotterranei lugubri e spaventosi. La tecnologia di PS5 permette di replicare ed esaltare il comparto sonoro del gioco, offrendo un’esperienza inedita ai possessori di cuffie che possano sfruttare il 3D audio della console Sony. Fidatevi, non prendete questo aspetto sottogamba, perchè sottovalutarlo vi negherebbe l’accesso a un ulteriore strato di immersività nel gioco.

Per concludere, segnaliamo l’introduzione di nuovi trofei inseriti ad hoc e suddivisi per ciascuna espansione di gioco, che daranno nuovi stimoli a rigiocare vecchi contenuti o a iniziarne di nuovi, al fine di ottenere magari l’agognato platino. I trofei sono già attivi e sbloccabili con la beta e richiedono principalmente di completare le missioni principali di trama, i contenuti più importanti quali raid e trials specifiche, fino ad arrivare a roba più banale come uccidere tot nemici o completare tot dungeon o FATE. Sicuramente, un aspetto del gioco molto secondario e fine a se stesso, ma considerando che i trofei erano rimasti inalterati sin da A Real Reborn, è piacevole avere una boccata di aria fresca anche per tutte le altre espansioni del gioco e avere un minimo di riconoscimento per aver completato determinati contenuti.
È importante sottolineare di nuovo come quanto vi abbiamo raccontato sia ancora sottoforma di beta per Square Enix. Questo perchè il team di sviluppo ha tenuto a specificare che sta lavorando per migliorare l’esperienza su PS5 con tante altre migliorie tecniche, soprattutto per quanto concerne le texture e tutto il sistema di illuminazione. Se non ci saranno criticità durante questo periodo di beta, l’arrivo della versione ufficiale per PS5 dovrebbe subentrare in maniera naturale e quasi invisibile in tempi relativamente brevi, mentre al contrario se si presentassero dei problemi potrebbero esserci degli slittamenti.
Attualmente l’accesso alla beta è possibile attraverso due modalità: la free trial per tutti i giocatori che non hanno mai giocato a FFXIV, oppure l’upgrade diretto alla versione PS5. Entrambe le modalità sono disponibili sul PSN Store cercando con la parola chiave “Final Fantasy XIV”.

La nostra prima valutazione di questa beta è indiscutibilmente positiva e per certi versi superiori a quelle che erano le nostre aspettative. Sebbene esistano delle ovvie distanze tra la versione PS5 e la versione PC, quest’ultima ci si avvicina molto grazie alla possibilità di scegliersi le proprie impostazioni grafiche e il risultato a schermo si vede. Tutti gli upgrade derivati poi dalle caratteristiche tecniche della console, sono un plus che non si può ignorare, specie se si pensa che al termine della beta e con l’arrivo della versione ufficiale, ulteriori migliorie verranno applicate a questa versione di Final Fantasy XIV. In attesa della prossima espansione Endwalker, che dovrebbe rappresentare la fine di un primo grande cliclo narrativo cominciato ormai 13 anni fa, tutti i possessori di FFXIV su PS4 dovrebbero pensare di fare il passaggio su PS5 al più presto (salvo disponibilità delle console qualora non l’abbiate ancora).
Chi invece ancora non ha mai fatto visita a Eorzea, la free trial è li che vista aspettando: gioco base + prima espansione completamente gratis, per centinaia di ore di divertimento di quello che, a oggi, è probabilmente uno dei Final Fantasy più belli di sempre. Approfittatene!
L’articolo Final Fantasy XIV – Provata la Beta su PS5 proviene da GameSource. …

fonte : https://www.gamesource.it/anteprime/final-fantasy-xiv-provata-la-beta-su-ps5/

argomenti collegati

lascia un tuo commento