WarioWare: Get It Together! – Recensione

Lo spin-off della serie Super Mario più sottovalutato ma allo stesso più divertente della storia è quello di WarioWare. La follia dilagante dei primi episodi riesce a ipnotizzare ancora oggi e così Intelligent Systems e Nintendo si assumono il compito di cercare di rinnovare la serie portandola su Nintendo Switch. Resta solo da capire se con WarioWare: Get it Together! saranno riusciti a mantenere il livello di follia e divertimento sempre alto come nel passato.
Andiamo a scoprirlo insieme con la nostra recensione.

La WarioWare Inc. riapre i battenti e riunisce il team storico per creare un nuovo videogame: con a capo del team di sviluppo Wario, il team si muove agile e con entusiasmo e ben presto l’opera è compiuta. Con il primo prototipo tra le mani Wario è pronto a presentare il frutto delle loro fatiche. Peccato che un crash di sistema proietti tutti i presenti all’interno della loro creazione.
Trama banale, ma in fondo WarioWare: Get It Together! non è un prodotto che necessita di una grossa storia a sorreggerlo. D’altronde – come ben sanno gli amanti della saga – il fulcro dell’esperienza videoludica è dato da letteralmente centinaia di mini giochi da pochi secondi impregnati da una follia devastante e, quindi, che non ci sia una trama realistica sotto è palese fin dalle prime battute. Banalmente quindi il nostro compito sarà quello di scegliere una squadra che affronti un settore della mappa e completi i puzzle e la boss fight al fine di risolvere il grave bug che affligge quell’area di gioco.

Nei capitoli precedenti, stilo alla mano, il compito del giocatore era semplicemente quello di comprendere cosa fare e farlo in pochi secondi. Difficoltà crescente significava solo minor tempo a disposizione e la tipologia di gioco da affrontare dipendeva dal settore della mappa esplorato e da chi presiedeva la postazione. Una volta affrontate tutte le sfide il gioco perdeva quindidi attrattiva, e si finiva con il fare sempre le stesse sfide, quelle che piacevano di più.
Sintetizzando possiamo quindi affermare che le due pecche principali dei precedenti capitoli erano la ripetitività e il livello di sfida, dato solo dalla velocità di esecuzione. Quindi WarioWare: Get It Together! come avrà arginato le sue precedenti lacune? Semplice: cambiando approccio.

Oggi in WarioWare: Get It Together! è possibile selezionare uno dei personaggi del team di sviluppo intrappolati nel videogame ma ognuno di loro, nel passaggio, ha acquisito o perso abilità particolari: per esempio, Wario vola con un jet pack, ma a parte quello non può fare molto di più, mentre 18-bit spara CD a 360 gradi ma non può muoversi; Mona vola con uno scooter e lancia un boomerang totalmente direzionabile mentre il ninja Cricket è in grado di fare un super salto. E questi sono solo alcuni esempi della pazzia di WarioWare: Get It Together! che si traduce in un approccio studiato nell’affrontare il folle puzzle proposto WarioWare: Get It Together!.
La randomizzazione del personaggio permette quindi di affrontare lo stesso puzzle con approcci diversi e a difficoltà (velocità) differente aumentando di conseguenza la longevità del titolo. A questo si aggiunge la componente multiplayer studiata sia per un approccio competitivo che per uno collaborativo e con una console come Nintendo Switch questo risvolto diviene fulcro di divertimento familiare.

Sono inoltre svariate le tematiche dei mini game e le modalità di gioco che offrono la possibilità di cimentarsi in imprese al limite del surreale nel tentativo di riuscire a portare a casa il risultato. WarioWare: Get It Together! – come tutta la serie del resto – offre un divertimento quasi infantile che riesce a catturare il giocatore come pochi titoli sanno fare. La follia dilagante, unita alla rapidità di esecuzione, ipnotizza e coinvolge il giocatore offrendo di fatto una profondità inaspettata.
E quando si tratta di follia WarioWare: Get It Together! non scherza affatto. Vi ritroverete a strizzare tubetti di dentifricio giganteschi, salvare angeli in caduta libera, strappare i peli delle ascelle alle statue, infilarvi in narici giganti, suonare chitarre rock con la testa, scacciare mosche dalle torte, togliere tappi da vasche giganti,… potremmo continuare per ore. In alcune occasioni vi ritroverete a fissare sbigottiti lo schermo nel tentare di capire quale sia l’assurdo compito che sarete chiamati a svolgere e nell’individuare il folle disegno studiato sorriderete sicuramente.

WarioWare: Get It Together! inoltre sfrutta anche un filone tematico: cibo e classici Nintendo sono solo alcune delle sfide proposte, e quindi ritroveremo anche i grandi classici come Metroid e Super Mario per Gameboy Classic. Tutte le raccolte, una volta sbloccate, sono accessibili singolarmente e questo vi permetterà di organizzare con familiari e amici sfide a tema in cooperazione o uno contro l’altro.
Tra le varie modalità esistono poi le sfide settimanali, che permettono di acquisire trofei e oggetti e che vedranno caricato online il nostro punteggio.

Proprio la componente multiplayer di WarioWare: Get It Together! infatti offre ore di divertimento: l’ideale è cominciare con la modalità cooperativa, magari con un bambino come compagno d’avventura per poi passare alla competizione vera e propria.
Vedrete come salirà subito l’atmosfera competitiva quando dovrete cercare di far cadere un enorme gelato dalla parte del vostro avversario.

Nessun gioco è esente da difetti ma forse WarioWare: Get It Together! è l’eccezione. Essendo infatti un titolo che non punta all’eccellenza e che fa della semplicità il suo fulcro difficilmente gli si potrà trovare un’accezione negativa. La mobilità offerta dalla portatile di casa Nintendo e la sua peculiare affinità con i titoli da sessioni veloci sono inoltre campo ideale per un titolo come questo. A nostro avviso potevano essere implementati i controlli peculiari della console, come giroscopio e touch ma il titolo funziona comunque e funziona bene.
A voler essere a tutti i costi ipercritici WarioWare: Get It Together! ha una semplicità che sfiora la banalità e per quanto la realizzazione e l’esperienza offerte siano comunque spassose e coinvolgenti da alcuni questo potrà essere visto come un difetto.

WarioWare: Get It Together! è il nuovo puzzle game proposto e ideato da intelligent Sistems e Nintendo. La follia che permea dal titolo, la velocità di esecuzione di centinaia di mini game unita a una componente multiplayer, sia cooperativa che competitiva, offrono ore e ore di divertimento sfrenato sia in solitario che con amici e parenti. La portabilità offerta da Nintendo Switch e una realizzazione tecnica ben eseguita rendono di fatto WarioWare: Get It Together! un titolo praticamente esente da difetti, sempre se non si conta la banalità intrinseca. Ci sentiamo di consigliarvi assolutamente l’acquisto di un titolo che seppur semplice rimane unico nel suo genere e divertente da morire. In due parole: folle e coinvolgente; non vi pentirete dell’acquisto!
L’articolo WarioWare: Get It Together! – Recensione proviene da GameSource. …

fonte : https://www.gamesource.it/recensioni/warioware-get-it-together-recensione/

argomenti collegati

lascia un tuo commento