Laganà: “Giusto grido allarme Fuortes su risorse Rai, non implica sacrificio per cittadini”

“Chiara e didattica l’illustrazione dell’Ad ieri in Vigilanza. Un ultimo e condivisibile grido di allarme che consegna responsabilità al Parlamento sul futuro del servizio pubblico Rai. Nelle proposte illustrate non ci sono in alcun modo richieste di ulteriori sacrifici ai cittadini, si chiede solo di sanare un vulnus unico in Europa e nei servizi pubblici: la sottrazione di risorse pubbliche riscosse in bolletta e utilizzate per altri scopi diversi dal finanziamento del servizio pubblico. Il canone Rai era e resta tassa di scopo”. Lo sottolinea all’Adnkronos il consigliere Rai eletto dai dipendenti Riccardo Laganà all’indomani dell’audizione dell’amministratore delegato Carlo Fuortes nella commissione parlamentare di Vigilanza Rai. “Su tale questione giace presso le direzioni Rai competenti un parere legale che ho consegnato durante la precedente consiliatura redatto da un noto avvocato costituzionalista, che profila concrete ipotesi di incostituzionalità rispetto al vecchio meccanismo dell’extragettito ora trasformato in stabile finanziamento al fondo per il pluralismo dalla recente legge di Bilancio per l’anno finanziario 2021”. …

fonte : https://www.adnkronos.com/lagana-giusto-grido-allarme-fuortes-su-risorse-rai-non-implica-sacrificio-per-cittadini_1PcQjVXIgEkZPV3PSHis8t

argomenti collegati

lascia un tuo commento